La Municipàl

I Mondiali Del ’18

La Municipàl

Altre Canzoni cover

I Mondiali Del ’18 testo

Mi sono accorto di esser morto da un pezzo
Da quando andavo giù alle suore al convento
Sempre costantemente fuori dal tempo
Le mani grandi e i discorsi nel sonno
Quando bastavano i cartoni sul 7
L’albero azzurro e le videocassette
A morte i traditori e il principe Giovanni

Mi sono accorto che sto male davvero
Non preoccuparti, non è nulla di serio
Sentirsi preso in causa al telegiornale
Quando si parla di disoccupazione
Del fatto che non ci si vuole sposare
Dei figli che non si vorrebbero avere
Abbasso gli stranieri e gli italiani veri

Mi sento vecchio quando leggo il giornale
E poi la sera se ti chiedo da bere
Che già sappiamo dove andremo a finire
Sì, lo sappiamo dove andremo a finire
Nelle periferie a tagliarci le vene
O a fare finta di capir le partite
A ricordarci che non siamo più uguali
E che quest’anno non andiamo ai mondiali
Ma resterò con te

Mi sono accorto che mi manca davvero
Son dodici anni e non è nulla di serio
Da quando battevamo i tedeschi a Dortmund
Che ancora piango per le corse di Grosso
Che cosa c’è rimasto in tutti questi anni?
Dei chili in più e tanti meno capelli
A morte i sognatori che non calciano i rigori

Mi sento vecchio quando leggo il giornale
E poi la sera se ti chiedo da bere
Che già sappiamo dove andremo a finire
Sì, lo sappiamo dove andremo a finire
Nelle periferie a tagliarci le vene
O a fare finta di capir le partite
A ricordarci che non siamo più uguali
E che quest’anno non andiamo ai mondiali
Ma resterò con te
A far finta di venire in due

E non mi importa di chi segna
Per lei che è chiusa in chissà quale stanza
Ed io la cerco dentro ogni barista
Nei peggiori bar della provincia
Mentre l’estate si avvicina
La penso ancora ogni mattina

E non mi importa di chi segna
Per me che sono rimasto a Italia-Francia
Proprio quest’anno che ne faccio 30
Quest’anno tiferò l’Islanda
Oh, proprio quest’anno che ne faccio 30
Quest’anno tiferò l’Islanda

Ascolta I Mondiali Del ’18 - La Municipàl