Lucci

Flop

Lucci

album:

Shibumi (2018)

Shibumi cover

Flop testo

Creo perle per i porci e lo faccio da un po’
Da prima che anche in radio si passasse l’hip-hop
Da quando non trovavi il rap su Rolling Stone
Qua caghiamo i classici che voi chiamate flop

Ma guarda un po’
Ti aspettavi una combo di sta portata
Ora che al top c’è più merda che asfalto sull autostrada
E come no ogni anno è il tuo anno, bella cazzata
Sul palco in dieci fiacchi io da solo una corazzata
Disagiato, noto per il torquilochio da sboccato
Rinomato perché suono un po’ sbroccato
Fortunato come chi ha il peccato ed ne è sempre scappato
Ma se avesse osato sarebbe già morto nell’anonimato e che peccato
Continuate che sembra il mercato
Chi ha il pesce più grosso
E chi per salire l’ha succhiato
Prima al capo e dopo al capo del suo capo
Da capo, capisci che il più bravo non è bravo
Se non ha ingoiato
Ne ho scritte sedici e ne valgono tutto un disco
Stai navigando in un fitto mare di piscio
[?]
Questi flexano, li schiaccio a pancia in fuori come Hicock

Creo perle per i porci e lo faccio da un po’
Da prima che anche in radio si passasse l’hip-hop
Da quando non trovavi il rap su Rolling Stone
Qua caghiamo i classici che voi chiamate flop
Creo perle per i porci e lo faccio da un po’
Da prima che anche in radio si passasse l’hip-hop
Da quando non trovavi il rap su Rolling Stone
Qua caghiamo i classici che voi chiamate flop

Ma guarda un po’adesso vogliono tutti mangiare
Dentro questo grande piatto che chiamiamo hip-hop
C’ho la memoria buona, ricordo nomi e faccie
Per questo quando parli ti sorrido
E intanto penso: “come no”
Parlo e non te sento
Noi qua caghiamo classici
Che voi chiamate flop
Uso mezzi drastici
Toglimi sto sample
Mi bastano la cassa e il rullante se sono targati Ford
Il crew che vanto non lo vanti mica
Lascia stare il canto
Canti e non sei Coez, falla finita
Sul palco da una vita, per la sfiga calamita
E ogni riga sopra un giorno di dolore come Liga
Guardo sto scempio da tempo
Per questi pischelli un esempio
Caccio i mercanti dal tempio
Che sono bravo lo so
Ti dico quello che ho dentro
Cazzate non me ne invento
Sta gente la rappresento
Sul palco è sempre uno show

Creo perle per i porci e lo faccio da un po’
Da prima che anche in radio si passasse l’hip-hop
Da quando non trovavi il rap su Rolling Stone
Qua caghiamo i classici che voi chiamate flop
Creo perle per i porci e lo faccio da un po’
Da prima che anche in radio si passasse l’hip-hop
Da quando non trovavi il rap su Rolling Stone
Qua caghiamo i classici che voi chiamate flop

Ma guarda un po’
Adesso tutti quanti fashion blogger
Con i vestiti nell’armadio e scarpe come se piovesse
Giro sempre per ste strade, le scarpe sempre le stesse
E i vestiti che c’ho addosso so d’Ovs
Può essere che sei meglio te, ma devi dimostrarlo
Può essere che se ascolti me, capisci che tu provi e non sai farlo
Questo è un gioco semplice è fatto così da sempre
Avere fiato, andare a tempo e essere pure convincenti

Voi siete pillole di Xanax vestite da mezze checche
Noi Jordan retro sporche del sangue dei mezzi rapper
I tappi sulle bocche di chi infama, non potrebbe
Tu gioca a fa il portaborse di chi ha fatto zero e promette
Ancora strillo sul palco anche se adesso è chi
Sei zero senza una borsa, il culo marchiato Supreme
Da solo ho fatto più strada di quella dentro il tuo film
Sogni la musica seria
Ok, ripartiamo da qui