Tedua

Rital

Tedua

album:

Mowgli (2018)

Rital testo

Tedua
Ammo’

Non parlare di Napoli, non sei nato lì
Fre’ già da pargoli al parco spaccavo beat
Non ho più un piano B
Poco tabacco col cocco lo impasto
Prima ti amava, mo’ coccola un altro
Tu pensi coca ma è borotalco
Porto dei soldi in una tracolla col globo stampato
Fra’ è prima classe
Dall’ultimo banco di un istituto tutto graffittato
Te la infami con la fami, come fai a non farti schifo?
Baci baci, muah muah, fanculo
Tedua da una casa in affido
Tre ragazzi nel rione sulla moto
Wroom
Sei retate, quattro indagini nel blocco
Son stato in strada
E mi ha insegnato il suo codice
Tu parli bada fre’, non sei roccia
Sei pietra pomice

Questa va ad ogni mio fan in difficoltà
Nella giungla incontra la città corrotta
E così sconterà almeno tre, nulla di che però perché
Se lo stato porta e poi la porta a Porta a Porta
Mi chiamano ammo’ pure qui al nord
Lo sai col flow mi ami per questo, no? Non lo so addosso
Porto dei drammi sembra la pesistica
Quando mi parli a tratti ho scatti d’ira, fre’
Mai oltre al limite
Un pazzo artista, sul beat ho tendenze omicide

Artigli retrattili, tigri del marketing
Chili spediti da Tangeri
Torno solo nel mio dojo
Attorno al collo una Burberry
Quattro e la zeta nel sud-est Milano
Porta staffetta l’atleta che aspetta del grano
Fa giro campo il capo commissario
Hey, alla tua età già mi avrebbero dato degli schiaffi
In faccia per come ti esprimi con tanta arroganza
Rispetta chi invece ne ha fatta di strada
Non rapper ricchi prima della fama
Dentro al mio clique, i Wild Bandana
Di chi ti fidi, o per chi tu spii
R.I.P. a chi manca
Alì Babà coi quaranta ladroni
Apriti sesamo
Parla Gabbana se mi chiama Stefano
Ti entriamo al club coi cannoni
Avvisa i buttafuori per tempo bro
Gli Champs Élysée, le son de la vannes
Avec mon frère
Beccami a Monaco al poker
Mi gioco i soldi dello scorso showcase
Tedua

Questa va ad ogni mio fan in difficoltà
Nella giungla incontra la città corrotta
E così sconterà almeno tre, nulla di che però perché
Se lo stato porta e poi la porta a Porta a Porta
Mi chiamano ammo’ pure qui al nord
Lo sai col flow mi ami per questo, no? Non lo so addosso
Porto dei drammi sembra la pesistica
Quando mi parli a tratti ho scatti d’ira, fre’
Mai oltre al limite
Un pazzo artista, sul beat ho tendenze omicide