Gigi D’Alessio

Pecchè

Gigi D’Alessio

album:

24 Febbraio 1967 (2017)

Pecchè testo

Pecchè,cierti cose succedono. Nun ‘e cirche,m’arrivano,forse ‘a Vita è accussì.
Pecchè,quanno ‘e stelle s’appicciano,chesti vocche se cercano,e sò pronte a murì.

E m’appicceche pe fà Pace,pecchè a doppe
Sò cchiù felice. Ngoppe ‘o sale ce miette ‘o doce,che parole ca tu me dice. Si sapisse comme me piace,chella lacrema miezz’a voce,ca me chiamma pe te vasà,viene fatte cchiù ccà. Dinte ‘o scuro tu me faje luce,tu sì ‘o Diavolo ngoppe ‘a croce. Puorte ‘a guerra addò ce stà Pace,tu sì ‘o fuoco addò già m’abbrucia,ma sì tu chella femmena,ca ogni juorno aggia astregnere mbraccio a mmè.

Pecchè,tutt”e suonne fernescene. Quando ‘e stelle se stutano,io ritorno a murì.

E m’appicceche pe fà Pace,pecchè a doppe
Sò cchiù felice. Ngoppe ‘o sale ce miette ‘o doce,che parole ca tu me dice. Si sapisse comme me piace,chella lacrema miezz’a voce,ca me chiamma pe te vasà,viene fatte cchiù ccà. Dinte ‘o scuro tu me faje luce,tu sì ‘o Diavolo ngoppe ‘a croce. Puorte ‘a guerra addò ce stà Pace,tu sì ‘o fuoco addò già m’abbrucia,ma sì tu chella femmena,ca ogni juorno aggia astregnere mbraccio a mmè.
(Strumentale)
Dinte ‘o scuro tu me faje luce,tu sì ‘o Diavolo ngoppe ‘a croce. Puorte ‘a guerra addò ce stà Pace,tu sì ‘o fuoco addò già m’abbrucia,ma sì tu chella femmena e nun ce stà n’ata femmena comme a TE.

Ascolta Pecchè - Gigi D’Alessio