Leo Pari

Mina

Leo Pari

album:

Hotel Califano (2018)

Hotel Califano cover

Mina testo

Guarda quanta bella gente che va in giro
Certe fighe che ti tolgono il respiro
Non ho mica il fisico di Kenshiro
Ma mi sento vivo
Mi lavo le mani con il detersivo
Dentro casa mia c’è sempre un casino
Poi mi metto a ridere senza un motivo
E così sopravvivo
Mi alzo a mezzogiorno e faccio aperitivo
Accendo una siga e faccio solo un tiro
Prendo un taxi e guida Robert De Niro
Faccio un bel respiro

Ah, non mi fa paura la notte
E, prendo a calci in culo la morte

E mi sento ancora vivo
E mi sento una mina
Le canzoni che scrivo
Le storie d’amore sui social
E una mattina
Con il sole che spacca
Uscirò senza giacca
Con la musica a palla
Ritorneranno gli anni ’90
Senza cabine del telefono, senza videoteche
Ci ameremo ancora di sabato nelle discoteche

Guarda quanta bella gente che va in giro
Giro per la strada con il motorino
In quel parco ci giocavo da bambino
E mi sento vivo
Porto sempre un po’ di stelle nella tasca
Una tipa che stasera mi ci casca
Metto il gel con una maglietta fresca

Ah, non mi fa paura la notte
E, prendo per il culo la morte

E mi sento ancora vivo
E mi sento una mina
Le canzoni che scrivo
Le storie d’amore sui social
E una mattina
Con il sole che spacca
Uscirò senza giacca
Con la musica a palla
Ritorneranno gli anni ’90
Senza cabine del telefono, senza videoteche
Ci ameremo ancora di sabato nelle discoteche
All’uscita di scuola, aspettando la metro
Quanto tempo è passato e anche se non ritorna più indietro

Io mi sento ancora vivo
E mi sento una mina
Le canzoni che scrivo
Le storie d’amore sui social
E una mattina
Con il sole che spacca
Uscirò senza giacca
Con la musica a palla
Ritorneranno gli anni ’90
Senza cabine del telefono, senza videoteche
Ci ameremo ancora di sabato nelle discoteche

Ascolta Mina - Leo Pari